Essere famosi su i social è come essere ricchi al monopoli.

Vedo tanti anni influencer con milioni di follower, che per un maggiore guadagno o per fare scandalo venderebbe pure la madre.

Ma saranno davvero così importanti o famosi?

Negli ultimi tempi, vedo molti ragazzi stare sempre su questi social, tik tok Instagram, quelli di più tendenza. Tutti che per avere un sacco di follower pagherebbero oro.

Perché:

Più follower = famosi.

Ma sarà davvero così???

Ormai, negli ultimi anni la gente vuole fare di questo mestiere una professione, molte aziende nella maggior parte investono con questi “influencer” magari buttando via solo soldi.

Lo so, perché molte proprietari di aziende, si sono sfogati che hanno speso soldi senza poi un effettivo ritorno.

Quindi, perché piuttosto di sfruttare dei social così importanti in modo costruttivo lo si sfrutta come un marketPlace tutto rigorosamente a scopo di lucro?

Perche non si possono usare questi social come un portale di notizie, cultura o altre cose che possono solo migliorare il mondo.

Invece no, tutti uguali, tutti a fare le stesse cose, tutti ad invidiare gli altri perdendo la propria personalità. Tutti a far uscire la propria parte cattiva, tutti a infamare gli altri.. potrei continuare all’infinito.

Però, nessuno, si ricorda che essere importanti, avere un sacco di follower su un social, avere un sacco di influenza, non è la vita normale, non è la normalità. Ed essere importanti su un social è come essere ricchi al monopoli.

Lasciamo la fantasia alla fantasia, la vita normale è un altra.

18 risposte a "Essere famosi su i social è come essere ricchi al monopoli."

  1. ma poi vediamo le foto di sti influencer con quelle dei veri vip:
    influencer= foto perfette, trucco perfetto, location perfetta
    vero vip= foto cazzatina mentre gioca con il cane perke il vero lavoro non è fare l’influencer ma reciatare o ballare ecc ecc xD

    "Mi piace"

  2. I “veri” famosi sui social sono davvero pochi, possiamo dire un centinaio nel mondo?
    Dietro ce ne sono migliaia, per non dire milioni, che cercano un po’ di attenzione solo per emularli.
    E così elemosinano un “like”, che viene regalato insieme ad uno sguardo di 5 secondi, come quando cammini per strada e ti accorgi di un sassolino dalla forma strana, ma poi continui a camminare e te ne dimentichi dopo pochi passi.

    "Mi piace"

  3. Concordo pienamente su tutto. La vita reale è quella di tutti i giorni fuori dai social. I social possono divertenti fino a un certo punto ma lungo andare possono diventare una vera e propria ossessione e questo è controproducente ai fini della vita sociale.

    "Mi piace"

  4. Condivido a pieno ciò che hai scritto. Dico solo che queste persone non si rendono conto del tempo che perdono nella propria vita perché non potranno sempre fare video stupidi: prima o poi dovranno guadagnare qualcosa per vivere e di certo non lo faranno senza essersi prima costruiti una propria personalità. Magari generalizzo, scusami, magari ci sono delle persone che fanno quei video, quelle foto, ma non ne sono dipendenti ma credo che la maggior parte lo siano e non dovrebbero vantarsene poi tanto.

    "Mi piace"

  5. Andy Warhol said that in the future, everyone will be famous for fifteen minutes.
    Later he changed that to: in fifteen minutes everyone will be famous.
    The latest version is: on the internet, we’re all famous to fifteen people.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...